BURRO

Da sempre oggetto di discussione in ambito dieta, conosciamo meglio il burro e le sue proprietà.

Cos’è il burro

Il burro è un prodotto lattiero-caseario ottenuto dalla crema di latte (panna) di mucche, capre o pecore. La crema viene separata dal latte e successivamente lavorata fino a formare il burro.

Il processo di produzione inizia con la centrifugazione o la separazione della crema dal latte. La crema viene poi agitata vigorosamente o lavorata meccanicamente fino a quando i globuli di grasso si rompono e si combinano per formare il burro.

Benefici del consumo di burro

  1. Contenuto di grassi saturi: Il burro è ricco di grassi saturi, che forniscono energia, contribuiscono all’assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E, K) e alla sintesi degli ormoni steroidei (tra cui testosterone, estrogeno e progesterone)
  • Fonte di grassi nutrienti: Il burro fornisce grassi essenziali, come l’acido butirrico, che può avere effetti benefici sulla salute intestinale.
  • Vitamine: Il burro contiene esso stesso vitamine liposolubili come la vitamina A, D, E e K, che sono importanti per la salute degli occhi, delle ossa e della pelle.
  • Senso di sazietà: contribuisce a favorire il senso di sazietà.
  • Sapore e consistenza: Il burro è amato per il suo sapore ricco e la sua consistenza cremosa, rendendolo un ingrediente preferito in molte ricette.

Il burro fa male?

Il burro contiene anche colesterolo, grasso che è stato largamente demonizzato.

Il colesterolo in realtà è una sostanza fondamentale per il nostro corpo: è coinvolto nella produzione di ormoni, nella formazione delle membrane cellulari e nella sintesi della vitamina D. Senza di esso, il nostro corpo non funzionerebbe correttamente. Inoltre, non tutto il colesterolo è “cattivo”.

Esistono due tipi principali di colesterolo nel sangue: il colesterolo HDL (lipoproteine ad alta densità), spesso chiamato “colesterolo buono“, e il colesterolo LDL (lipoproteine a bassa densità), spesso chiamato “colesterolo cattivo“. Il colesterolo HDL aiuta a rimuovere il colesterolo LDL dalle arterie, riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari. Tuttavia, un eccesso di colesterolo LDL può accumularsi sulle pareti delle arterie, aumentando il rischio di malattie cardiache.

Quindi, anziché demonizzare il colesterolo in generale, è importante capire la sua complessità e concentrarsi su una dieta e uno stile di vita sani per mantenere un equilibrio ottimale di colesterolo nel corpo.

Effetto sulla salute

In base a recenti studi e meta-analisi i grassi saturi potrebbero non essere collegati direttamente all’aumento del rischio di malattie cardiache come si pensava in passato. Inoltre, l’effetto del burro sulla salute può variare da persona a persona e dipendere da diversi fattori, tra cui la genetica, lo stile di vita complessivo e l’equilibrio generale della dieta.

Il burro può essere considerato una fonte nutrizionale preziosa e non c’è motivo specifico per evitarlo. Come con qualsiasi alimento, la chiave è la moderazione e la varietà. Incorporare il burro in una dieta bilanciata insieme ad altri grassi sani, come olio d’oliva e avocado, può contribuire a mantenere una buona salute generale.

Ghee

Il ghee è un tipo di burro chiarificato, che viene cioè reso “limpido”, eliminandone le particelle che lo rendono torbido. È ottenuto dalla cottura del burro fino a quando l’acqua evapora e i solidi del latte si separano, lasciando solo il grasso chiarificato. Ecco alcune sue proprietà:

1. Senza lattosio e caseina: Il ghee è ottenuto dalla rimozione del latte solido dal burro chiarificato, il che significa che non contiene lattosio né caseina, rendendolo una scelta ideale per coloro che sono intolleranti al lattosio o allergici alla caseina.

2. Punto di fumo elevato: Il ghee ha un punto di fumo più alto rispetto al burro normale, il che significa che può essere riscaldato a temperature più elevate senza bruciare. Questo lo rende ottimo per la cottura a fuoco medio o alto.

3. Aroma e sapore ricchi: Il processo di chiarificazione del burro per produrre il ghee conferisce un sapore e un aroma più ricchi e nocciolati al prodotto finale. Questo lo rende una scelta popolare per cucinare molte pietanze.

4. Conservazione: Grazie alla sua bassa presenza di acqua e al processo di chiarificazione, il ghee ha una durata di conservazione più lunga rispetto al burro normale. Può essere conservato a temperatura ambiente per un periodo più lungo senza andare a male.

5. Proprietà nutrizionali: Il ghee contiene acidi grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi, oltre a vitamine liposolubili come la vitamina A, la vitamina E e la vitamina D. Inoltre, contiene anche acido butirrico, un acido grasso a catena corta che potrebbe avere benefici per la salute intestinale.

RIFERIMENTI:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32562735

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *