ERITRITOLO

Eritritolo: Struttura Chimica e Proprietà

L’eritritolo è un poliolo, noto anche come alcol zuccherino, che è un tipo di carboidrato parzialmente assorbito dall’organismo. Ha una struttura chimica simile ad altri polioli come xilitolo, sorbitolo e mannitolo.

L’eritritolo è una polvere cristallina bianca, inodore e dal sapore dolce e pulito. A differenza di alcuni altri polioli, ha una sensazione di raffreddamento quando si dissolve in bocca, simile alla menta. Questa caratteristica lo rende popolare nella gomma da masticare e nelle mentine senza zucchero.

Come viene prodotto l’eritritolo?

L’eritritolo può essere trovato naturalmente in piccole quantità in alcuni frutti come pere, angurie e uva e viene anche prodotto in una via metabolica del corpo umano. Tuttavia, la maggior parte dell’eritritolo disponibile commercialmente è prodotta attraverso un processo di fermentazione.

Il metodo più comune di produzione industriale prevede la fermentazione del glucosio derivato dalla fecola di mais con un lievito chiamato Moniliella pollinis o con un fungo chiamato Trichosporonoides megachliensis. Il processo di fermentazione produce l’eritritolo, che viene quindi purificato e cristallizzato per ottenere il prodotto finale.

Dolcezza e Contenuto Calorico

L’eritritolo è approssimativamente il 70% dolce quanto il saccarosio (zucchero da tavola), ma contiene solo circa 0,2 calorie per grammo rispetto alle 4 calorie per grammo dello zucchero. Ciò lo rende praticamente privo di calorie e adatto a coloro che cercano di ridurre il proprio apporto calorico o controllare il proprio peso.

Effetti sulla Salute

Uno dei principali vantaggi dell’eritritolo è il suo impatto minimo sui livelli di zucchero nel sangue e sull’insulina. Poiché non viene completamente assorbito dall’organismo, non provoca un picco nei livelli di glucosio nel sangue o di insulina quando viene consumato, rendendolo un dolcificante adatto per le persone con diabete o per coloro che seguono diete a basso contenuto di carboidrati.

L’eritritolo è anche non cariogenico, il che significa che non contribuisce alla carie dentale. Anzi, potrebbe persino aiutare a prevenire le carie riducendo la crescita di batteri nella bocca.

Per quanto riguarda la tolleranza digestiva, l’eritritolo è generalmente ben tollerato dalla maggior parte delle persone quando consumato in quantità moderate. Tuttavia, alcuni individui potrebbero sperimentare sintomi gastrointestinali come gonfiore, gas o diarrea, specialmente quando consumato in grandi quantità.

In seguito all’uscita dell’articolo “The artificial sweetener erythritol and cardiovascular event risk” (“Il dolcificante artificiale eritritolo e il rischio di eventi cardiovascolari”), sono sorte numerose domande e dubbi riguardo questo dolcificante. Lo studio in questione presenta però diversi punti che sono oggetto di critica, a cominciare dal fatto che si tratta di uno studio osservazionale che non dimostra causalità, ovvero non c’è una correlazione diretta causa-effetto. Inoltre una parte dello studio è stata condotta su persone in sovrappeso che presentavano già problemi cardiovascolari o altre patologie, pertanto il rischio di sviluppare ulteriori problematiche simili era già più elevato, ed infine nello studio non è stata presa in considerazione la dieta di queste persone, quindi il rischio cardiovascolare potrebbe anche essere imputabile a questa.

Status Normativo

L’eritritolo è generalmente riconosciuto come sicuro (GRAS) dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti (FDA) e da altre agenzie regolatorie di tutto il mondo. È approvato per l’uso come additivo alimentare e dolcificante in vari prodotti alimentari e bevande.

Applicazioni

L’eritritolo è utilizzato come agente dolcificante in una vasta gamma di prodotti alimentari e bevande, compresi prodotti senza zucchero o a ridotto contenuto di zucchero come:

– Gomma da masticare e mentine

– Bevande (ad esempio, bibite analcoliche, acqua aromatizzata)

– Prodotti da forno (ad esempio, biscotti, torte, pasticcini)

– Prodotti lattiero-caseari (ad esempio, yogurt, gelato)

– Marmellate, gelatine e sciroppi

– Confetteria (ad esempio, caramelle, cioccolatini)

Viene anche utilizzato in combinazione con altri dolcificanti come la stevia o l’estratto di frutto del monaco (monk fruit) per migliorare la dolcezza e migliorare i profili di sapore in vari prodotti.

Conclusioni

L’eritritolo è un buon sostituto dello zucchero con diversi vantaggi, tra cui il suo basso contenuto calorico, il minimo impatto sui livelli di zucchero nel sangue e i benefici dentali. Sebbene possa causare sintomi gastrointestinali in alcuni individui quando consumato in grandi quantità, è generalmente considerato sicuro per la maggior parte delle persone quando usato con moderazione. 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *